Recioto della Valpolicella, il vino dell'amicizia

uva in appassimento

Il Recioto della Valpolicella è l'esame di maturità di un produttore. La dimostrazione definitiva del suo saper fare (il produttore) e saper essere (un produttore della Valpolicella)

L'Amarone puoi gestirlo, con il Recioto devi scendere a patti. Quando credi di averla spuntata, il vino si ribella e tutto quello che ottieni è un prodotto semplicemente dolce, spesso anonimo e insulso. A conti fatti, l'Amarone della Valpolicella è (relativamente) facile da realizzare: il Recioto, no.

In commercio si trovano tanti vini etichettati come Recioto della Valpolicella Docg, perchè legalmente lo sono: ma l'anima è un'altra cosa. Pochi ce l'hanno.

Il Valpolicella Ripasso è un vino tecnico, l'Amarone un vino tecnico e di stile, il Recioto è sensibilità e natura. La tecnica è importante, ma più importante ancora l'uva. Dev'essere la migliore della migliore annata; perciò se in giro trovate bottiglie di Recioto di ogni annata che il buon Dio manda in terra, sappiate che non contengono  emozioni, ma solo vini tecnicamente ben fatti ma dalla personalità incolore, perchè le annate da Recioto sono poche, sono ancor meno di quelle dell'Amarone.

Il Recioto è il vino più autentico della Valpolicella, quello in cui si esprime tutta l'arte e la scienza di un produttore in materia di viticoltura e vinificazione, la sua conoscenza dei vigneti e dell'ambiente, la sua capacità d'interpretare un'annata... Per questo in passato era considerato il vino più importante, il più pregiato; vino-medicina e vino dell'amicizia, da riservare agli ospiti più illustri e da offrire solo agli amici più cari. Lo tenevano in conto al punto da declinarlo in sette diverse tipologie: giovane, tradizionale (affinato in acciaio), rifermentato in bottiglia, innovativo (affinato in legno), liquoroso, spumante, amandorlato. Con il tempo, il cambiamento dei gusti, l'incapacità commerciale di adattarne la proposta ai diversi contesti, e la perdita del know how tecnico, buona parte di questa ricchezza è andata perduta, e oggi il  disciplinare riconosce solo 2 tipologie di questo vino: il Recioto fermo e il Recioto Spumante.

Ma le mode sono un pendolo; il futuro nel vino è spesso costruito riprendendo in mano il passato e rivisitandolo in chiave attuale. Oggi, qualche produttore sta tentando di recuperare le tessere perdute di quel mosaico di profumi e sapori che erano i diversi tipi di Recioto...

Convinti che i wine lovers e tutti gli appassionati di vini dolci in genere (e non) della Valpolicella (ma non solo), abbiano il diritto di saperne di più a proposito del Recioto e dei suoi volti, Terroir Amarone terrà una serata interamente e unicamente dedicata a questo vino martedì 29 maggio alle 20, presso la Trattoria dalla Rosa Alda, secondo le consuete modalità.

Porteremo in tavola Recioti dallo stile tradizionale e innovativo, amandorlati e non, spumanti e fermi... le sorprese non mancheranno. Il nostro auspicio è che, dopo questa serata, quando sentirete parlare di Recioto della Valpolicella potrete dire che non è il fratello negletto dell'Amarone, o il parente povero del Ripasso.

E' il loro padre.